Movimenti per la fotografia, l'anteprima del Festival internazionale di Napoli


Napoli è una fucina di immagini che si offrono agli occhi allenati dei fotografi come un catalogo di una ricchezza umana inestimabile. Terra teatrale dalla sofferenza inaudita e rinnovata, la Partenope delle fotografie lascia intuire il meglio e il peggio di sé e, in ogni caso, apre scorci in vista di una comprensione non scontata, che giace in fieri anche nei cliché da cartolina. Ma un tale patrimonio sconta lo scotto del pregiudizio e spesso fatica ad affermarsi, nonostante le sue indiscusse qualità.
Per ovviare almeno in parte a questo stato di cose ecco arrivare il Primo Festival Internazionale dell'immagine contemporanea e della fotografia d'autore, promosso dall'Ass. Culturale 180° Meridiano e Camerachiaraimage, con il patrocinio di Regione Campania, Provincia di Napoli, Comune di Napoli, Soprintendenza Speciale per il P.S.A.E. e per il Polo Museale, Comune di Ercolano, Comune di San Sebastiano al Vesuvio, in collaborazione con il Museo Archeologico Virtuale Fondazione Cives, l'Accademia di Belle Arti di Napoli, il Dipartimento di Sociologia dell'Università degli Studi di Napoli Federico II/ Osservatorio Giovani, la Camera di Commercio di Napoli, il Central Exhibition Hall "Manege" di San Pietroburgo, la Fondazione Pomigliano Jazz, I Teatrini, le gallerie Overfoto, Camera 16 e NFI e Caracò Editore; la cui anteprima è partita in questi giorni e si protrarrà fino al 16 Dicembre prossimo.

Perché se l'evento vero e proprio avrà luogo solo a maggio 2013, "MOVIMENTI PER LA FOTOGRAFIA" comincia a svelare una parte dei suoi "progetti visivi" sul territorio già in questi giorni, con una serie di mostre che vedranno "giovani artisti e fotografi affermati impegnati in un percorso comune nel quale avverrà un confronto tra generazioni ed anche una consegna di saperi":


  • Fotografia di San Pietroburgo, fino al 2/12 al PAN Palazzo delle Arti Napoli,

  • Nero Scampia di Mario Spada, fino al 9/12 al MAV Museo Archeologico Virtuale di Ercolano

  • Coma, vite sospese di Francesco Cito, dal 2 al 15/12, Villa Pignatelli-Casa della Fotografia,

  • Spettacolo Teatrale Guardate! Racconti fotografici regia e drammaturgia Raffaele Di Florio, 1 e 2 dicembre 2012 al Museo di Capodimonte (sezione Arte Contemporanea).

MOVIMENTI PER LA FOTOGRAFIA - Festival internazionale dell'immagine contemporanea e della fotografia d'autore, nasce per riempire questo vuoto attraverso un'attività culturale e didattica che si snoda durante tutto l'anno.
Nasce con l'esigenza di far dialogare e creare sinergie tra la fotografia e i vari linguaggi artistici.
Nasce per creare relazioni tra le strutture espositive esistenti, pubbliche e private, scambi artistici e culturali tra la Campania, l'Italia e gli altri Paesi.
Nasce come percorso che si pone l'obiettivo di analizzare e documentare gli aspetti contemporanei e antropologici del territorio campano, e metterlo a confronto con realtà apparentemente distanti da noi, portare allo scoperto realtà artistiche sommerse, creare progetti visivi e culturali che possano aggregare cittadini comuni, operatori delle arti visive, artisti e appassionati.
Il Festival non vuole essere solo una macro vetrina di belle foto e di autori più o meno importanti, ma un percorso di crescita e di analisi sulle potenzialità artistiche e narrative della fotografia e dell'immagine contemporanea, una metodologia di lavoro capace di valorizzare modelli e processi creativi, codificare tendenze, stabilire una continuità con le produzioni del passato, digitalizzare idee...

Il programma completo dell'anteprima al link.

Via | movimentiperlafotografia.it

  • shares
  • Mail