La bellezza secondo Wang Yiqun

serie my beauty di Wang Yiqun

Ancora una volta mi trovo a parlare della Cina, attraverso artisti che rappresentano la realtà culturale contemporanea esportata da questo immenso Paese.

Questa volta parlo dell’artista fotografo Wang Yiqun, il quale ha eseguito una serie molto interessante, intitolata “My Beauty”. In queste immagini egli ritrae una serie di donne in esterni, con dietro paesaggi sconfinati “da cartolina”, e in interni, in luoghi intimi e privati come le camere o i bagni.

La cosa che accomuna tutti i ritratti eseguiti e tutte le donne o le bambine ritratte, è il fatto che di loro non si veda il volto. Infatti essi sono celati dai loro capelli in modo palese, a volte fin troppo marcato.

In questo modo il fotografo vuole creare uno schermo invisibile tra noi e i soggetti ritratti, dei quali possiamo solo identificare che sono differenti tra loro dal modo in cui sono vestite, dall’altezza, oppure dalla loro corporatura.

I volti coperti creano una sorta di fastidio e anche un senso di inquietudine a chi osserva queste fotografie, le quali ricordano una estetica “orrorifica”, tipica di molti film horror orientali.

Via | asian photography blog

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: