I paesaggi d'inverno di Andrew Osokin

Andrew Osokin

Ben prima del solstizio astronomico del 21 dicembre, temperature polari, grandine e neve hanno annunciato l'inverno, con una coltre fredda che ha ammantato la natura e accelerato i ritmi urbani, già frenetici e snervanti, affatto ingentiliti dall'asfalto gelato o i tetti d'antenne imbiancati.

Anche in città però, poesia e incanto restano custoditi in perla di pioggia, brina, banchi di nebbia e paesaggi del maltempo, mentre ogni fiocco di neve è il passaporto per viaggi in mondi di ghiaccio che la natura cela al nostro sguardo, ma non agli obiettivi macro (60mm o 90mm per Nikon D80 o Nikon D90 DSLR) come quelli del fotografo russo Andrew Osokin, capace di scorgere architetture d'acqua, foreste di ghiaccio e gioielli di neve, nel piccolo mondo ibernato dall'inverno.

Andrew Osokin
Andrew Osokin
Andrew Osokin
Andrew Osokin

Andrew Osokin
Andrew Osokin
Andrew Osokin
Andrew Osokin
Andrew Osokin
Andrew Osokin
Andrew Osokin
Andrew Osokin
Andrew Osokin
Andrew Osokin
Andrew Osokin
Andrew Osokin
Andrew Osokin
Andrew Osokin
Andrew Osokin
Andrew Osokin

Via | Odd Stuff Magazine

  • shares
  • Mail