Canon EOS 5D Mark III, la recensione della full frame arrivata alla maturità

Recensione Canon EOS 5D Mark III

Quando uscì la Canon EOS 5D nel 2005 fece storia in quanto era la prima full frame digitale rivolta verso utenti non necessariamente professionisti. La Canon EOS 5D Mark II nel 2008 fece anch'essa storia in quanto era la prima full frame capace di realizzare video. Con l'uscita della Canon EOS 5D Mark III questa full frame raggiunge la sua maturità.

Sono stati infatti corretti tutti i problemi delle due serie precedenti, come ad esempio il modulo autofocus non all'altezza del resto della scheda tecnica. Ora infatti c'è un nuovo modulo autofocus a 61 punti, di cui 41 a croce e 5 a doppia croce. Grazie alla Canon Italia ho potuto provare a lungo questa reflex.

Dopo il salto potete leggere in dettaglio le mie impressioni.

Recensione Canon EOS 5D Mark III
Recensione Canon EOS 5D Mark III
Recensione Canon EOS 5D Mark III
Recensione Canon EOS 5D Mark III

DESIGN ED ERGONOMIA

La Canon EOS 5D Mark III cade molto bene in mano. L'estetica è da vera professionale, con le linee del pentaprisma pulite, anche grazie al fatto che manca del tutto un lampeggiatore. Personalmente non amo questa scelta, in quanto costringe ad avere sempre con sé un lampeggiatore esterno in tutte quelle occasioni in cui anche un flash con basso NG sarebbe sufficiente per un lampo di schiarita o per controllare in wireless altre unità. Per chi non è un utilizzatore abituale di fotocamere Canon non è immediata la comprensione di certe logiche dell'utilizzo dei comandi. Alcuni tasti infatti hanno una doppia funzione, a seconda se dopo averli premuti si ruota la ghiera vicino al pulsante di scatto oppure quella posteriore. Sempre la ghiera posteriore è inoltre dedicata alla compensazione. Devo ammettere che sono dovuto ricorrere al manuale d'uso proprio per individuare come sovraesporre e sottoesporre. In ogni caso grazie ai tanti tasti, anche personalizzabili, la fotocamera è completamente regolabile senza doversi tuffare all'interno dei menù. Risulta in questo caso utile il tasto "Q" che attiva sullo schermo un riepilogo delle impostazioni, facilmente modificabili spostandosi con il piccolo joystick a portata di pollice. Ho apprezzato tra i comandi i due blocchi, uno per evitare spostamenti della ghiera posteriore, ed uno per evitare spostamenti della ghiera delle modalità di esposizione. Bello e luminoso il mirino, peccato che la sua posizione centrale sia un po' problematica per me che ho sia gli occhiali che un naso non proprio alla francese. Insieme alla fotocamera mi è stato fornito lo zoom Canon EF 24-70mm 1:2.8 L II USM. Ne ho apprezzato il corpo solido e la fluidità nonché precisione delle ghiere. Mi ha solo lasciato perplesso il tasto di blocco dello zoom, a mio avviso inutile dato che la totale assenza di giochi impedisce di fatto l'involontario scorrimento del barilotto interno.

Recensione Canon EOS 5D Mark III
Recensione Canon EOS 5D Mark III
Recensione Canon EOS 5D Mark III
Recensione Canon EOS 5D Mark III

IMPRESSIONI D'USO

Fotografare con la Canon EOS 5D Mark III ti fa sentire subito un professionista. Anche perché è difficile passare inosservati scattando con un corpo macchina così massiccio ed importante. D'altro canto se non si è osservati è facile scattare con discrezione, grazie alla modalità di scatto silenzioso, che riduce in maniera evidente il rumore generato da otturatore e specchio. La messa a fuoco, come introdotto in apertura, è davvero ottima. Precisa e rapida, nonché completamente configurabile. C'è un'intera sezione del menù dedicata specificatamente all'autofocus. Buono anche il modulo esposimetrico, anche se è tarato in modo troppo conservativo. Troppo facile avere scatti sottoesposti. Ottimo il funzionamento dell'Auto ISO, pur avendo la scelta della velocità minima selezionabile tra sole 9 opzioni. Buono anche il lavoro svolto dal bilanciamento del bianco automatico: solo in sala posa ho dovuto giustamente selezionare manualmente la temperatura colore. Infine ottima l'autonomia: con circa 500 scatti e qualche ripresa video ho consumato appena metà batteria.

Recensione Canon EOS 5D Mark III
Recensione Canon EOS 5D Mark III
Recensione Canon EOS 5D Mark III
Recensione Canon EOS 5D Mark III

QUALITÀ IMMAGINE

I files prodotti dalla Canon EOS 5D Mark III sono ottimi, pronti per l'uso e per la stampa già con le impostazioni standard. Certamente sono pesanti. I 22 Megapixel si fanno sentire, riempiendo facilmente schede con circa 30 MB per un RAW + JPG alla massima qualità. L'alta risoluzione non crea però particolari problemi sul fronte del contenimento del rumore digitale. La Canon sembra infatti aver fatto un eccellente lavoro proprio nella rimozione del rumore, praticamente invisibile anche alla fantascientifica sensibilità di 25.600 ISO. Ovviamente si perde il dettaglio, quindi per avere i migliori risultati è comunque consigliabile salire sopra ai 3200 ISO solo quando è indispensabile. Aiuta sicuramente la presenza del Canon EF 24-70mm 1:2.8 L II USM, nitido e contrastato anche a tutta apertura. Come potete vedere negli scatti in galleria ha un bokeh davvero splendido, con una resa piacevole anche delle luci fuori fuoco. Nel confronto tra JPG e RAW non ci sono differenze eclatanti: sta quindi al fotografo scegliere quale formato è più adatto in base alla situazione.

Recensione Canon EOS 5D Mark III
Recensione Canon EOS 5D Mark III
Recensione Canon EOS 5D Mark III
Recensione Canon EOS 5D Mark III

CARATTERISTICHE SPECIALI

Se parliamo della Canon EOS 5D Mark III è impossibile non nominare le sue capacità nel settore video. Se leggete Clickblog magari non vi interessa particolarmente, ma vi basti sapere che questa reflex full frame registra video Full HD 1080p con un completo controllo di tutte le opzioni. C'è anche la possibilità di registrare l'audio in stereo a 48 KHz, grazie all'ingresso microfonico dedicato. Interesserà invece ai fotografi la possibilità di raffiche da 6fps e la creazione di immagini HDR direttamente in fase di scatto.

Recensione Canon EOS 5D Mark III
Recensione Canon EOS 5D Mark III
Recensione Canon EOS 5D Mark III
Recensione Canon EOS 5D Mark III

COSA CHIEDEREI DI PIÙ

Io sulla Canon EOS 5D Mark III ci vedrei bene un monitor orientabile e di tipo tattile, come quello montato sulla Canon EOS 650D. Ci vedrei bene anche un piccolo lampeggiatore incorporato. Andrebbe a rovinare la linea da vera fotocamera professionale. Ma un piccolo flash ed un monitor orientabile e tattile fanno comodo a tutti, professionisti inclusi.

Recensione Canon EOS 5D Mark III
Recensione Canon EOS 5D Mark III
Recensione Canon EOS 5D Mark III
Recensione Canon EOS 5D Mark III

CONCLUSIONI

La Canon EOS 5D Mark III è finalmente una reflex completa e davvero performante. Difficile trovarle un punto debole. Dopo un breve periodo di adattamento diventa un'estensione del braccio del fotografo. Vivamente consigliata, ovviamente a chi può permettersi la spesa non indifferente per l'acquisto, specialmente in abbinata con l'altrettanto performante Canon EF 24-70mm 1:2.8 L II USM.

Per concludere ecco riassunto cosa mi è davvero piaciuto e cosa non:

Piace:

- qualità immagine
- completezza e personalizzabilità dei comandi
- modalità scatto silenzioso

Non piace:

- mancanza di un lampeggiatore incorporato
- tendenza alla sottoesposizione

Voglio ringraziare infine la modella Sofia Sdrubolini per aver posato negli scatti di prova.

Recensione Canon EOS 5D Mark III

  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: