Canon EF 50mm F1.8 II, la recensione


Il Canon EF 50mm F1.8 II è l'obiettivo da 50mm, cinquantino, meno costoso del sistema EOS di Canon.

La nascita risale all'inizio degli anni '90 come evoluzione del precedente modello del 1987. Al suo interno, come da tradizione, ci sono 6 elementi in 5 gruppi. Nato come obiettivo standard per le reflex a pellicola 35mm, ora viene molto usato sulle APS-C come obiettivo per sperimentare foto con poca luce o grandi aperture.

Il prezzo inferiore ai 100€ lo fanno diventare anche un ottima scelta come "lente da battaglia", da utilizzare nelle condizioni più avverse. Abbiamo già recensito un altro 50mm Canon più luminoso, ma più costoso ed il nuovo Sigma 50mm.

Questo obiettivo è uno dei più economici sul mercato, ma come tutti i fissi chiudendo un po' l'apertura la nitidezza migliora molto, soprattutto al centro. Le aberrazioni cromatiche e le distorsioni sono minimali.

Gli utilizzatori di fotocamere APS-C, potranno anche godere della pochissima vignettatura visibile. Purtroppo il bokeh non è molto bello a causa delle 5 lamelle di cui è provvisto.

Nonostante in mano dia una sensazione di fragilità per via della sua plasticosità, si può considerare un'ottima scelta per tutti i giorni. La messa a fuoco è il punto più debole perché lenta e non sempre accurata, soprattutto se c'è poca luce. Inoltre non è possibile correggere la messa a fuoco senza disabilitare l'autofocus.

L'obiettivo è consigliato a tutti, soprattutto se attualmente si utilizza lo zoom previsto nel kit di una reflex entry level, perché consente di fare esperiementi con un fisso luminoso a tutta apertura.

Via | DPReview

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: