Parigi, il Palais de Tokyo riscopre il talento fotografico del filosofo Alexandre Kojève

Alexandre Kojève al Palais de Tokyo, culto

Nell'alcova del secondo livello del Palais de Tokyo di Parigi, a poche fermate di metropolitana dalla Tour Eiffel, c'è una mostra che procede letteralmente "da filosofo a filosofo" e che ha il profumo intenso del pensiero.

Si tratta di un evento culturale, inserito nella cornice della stagione autunno-inverno di 'Imaginez l'Imaginaire" che chiuderà i battenti tra qualche giorno, e precisamente il 7 gennaio prossimo, ma che ha ancora alcuni assi nella sua manica. E due in particolare, che corrispondono proprio alle menti filosofiche sopracitate. Si tratta in primis di Alexandre Kojève, illustre pensatore francese che dopo aver rivoluzionato lo studio della "Fenomenologia dello Spirito" di Hegel, insegnata e rivista durante un seminario francese durato dei anni (dal 1933 al 1939) e frequentato dalla crème de la crème degli intellettuali dell'epoca, convertitosi all'indomani della Seconda Guerra Mondiale, in diplomatico al servizio del governo d'adozione e dell'Unione Europea; a cui appartengono le foto; e di Boris Groys, critico d'arte, filosofo a sua volta nonché curatore della mostra "Après l'Histoire : Alexandre Kojève photographe".

Alexandre Kojève al Palais de Tokyo, oriente
Alexandre Kojève al Palais de Tokyo, lunghezza
Alexandre Kojève al Palais de Tokyo, storia
Alexandre Kojève al Palais de Tokyo

Un'esplorazione inattesa tra le declinazioni russe di conflitti mai sopiti e a senso inverso, originari per Kojève nato a Mosca e passato per studi berlinesi e indotti per Groys, tedesco con anni di vita nell'ex paese degli Zar, che analizza il destino dell'Occidente nell'era «post-historique» nella quale con il declino delle lotte ideologiche, al mondo non sembra restare che la placida e ottusa amministrazione di attività banali.

Boris Groys scopre questa immensa collezione alla Bibliothèque nationale de France (Donazione Nina Ivanoff 2004). Per il Palais de Tokyo, decide di ideare un'esposizione costituita da diaporama che diffondono le quattrocento fotografie realizzate da Kojève. Boris Groys sottolinea il modo nel quale «Kojève adotta lo stile della cartolina anonima e altamente convenzionale nella realizzazione delle sue stesse fotografie», queste ultime «riflettono il suo punto di vista di un mondo amministrativo, coniugato ad una certa malinconia post-storica».

Nelle immagini scatti dell'esposizione "Après l'Histoire : Alexandre Kojève photographe" inserita nella cornice della stagione 'Imaginez l'Imaginaire", 28.09.12 - 07.01.13, Palais de Tokyo, Parigi. Foto : André Morin.

Via | palaisdetokyo.com

  • shares
  • Mail