La dittatura delle miniature


Nella nostra vita di ogni giorno vediamo sempre più fotografie, ma con dimensioni sempre più piccole.

Fino ad una decina di anni fa le foto si vedevano stampate, oppure appese con ingrandimenti o persino proiettate sul muro. Oggi, invece, per motivazioni tecniche le immagini che vediamo sono sempre più piccole.

Basta osservare le miniature dentro al proprio browser, anche nelle nostre gallerie, i piccoli schermi delle fotocamere digitali o dei fotofonini. Persino importanti agenzie pubblicano il loro catalogo di foto in vendita in formato ridotto.

Milioni di piccole immagini, a volte veramente troppo piccole. Alcuni fotografi hanno intuito questo andamento e fanno di tutto perché la loro foto in miniatura spicchi fra le altre, magari dedicando meno tempo all'immagine a pieno formato.

È un peccato perché come dimostrato in occasione delle recenti elezioni americane o da The Big Picture, le persone vogliono immagini di grandi dimensioni e che sappiano trasmettere qualcosa.

Per capire come nell'era delle miniature alcuni grandi artisti non sarebbero stati notati basta provare a guardare le foto di Ansel Adams come miniatura ed a pieno formato.

Foto | mer de glace
Via | BlackStar

  • shares
  • Mail