Olympus e il mirino monocolo elettronico


Negli ultimi anni la fotografia si è evoluta moltissimo, gesti un tempo normali sono diventati quasi superflui, uno dei più eclatanti è il mirino, in molte digitali basta guardare lo schermo per fare l’inquadratura, in alcuni casi ci sono sia il display che il mirino, in tanti altri il mirino è stato eliminato per guadagnare spazio. Io non riesco a non utilizzare il mirino, lo devo confessare.

Tra mirini ibridi ed elettronici arrivano anche le novità di Olympus che in questi giorni ha depositato un brevetto di un sistema nuovo e decisamente originale, si tratta di un monocolo che è in grado di interfacciarsi con la fotocamera mostrando l’immagine al fotografo.

Il sistema si attiva solo quando portiamo la fotocamera nella posizione di scatto, durante tutto il resto del tempo rimane “trasparente”, questo monocolo funge quindi sia da display che da mirino ed elimina quindi sia lo schermo LCD che il mirino, ottico, elettronico o ibrido. La fotocamera dotata di questa nuova tecnologia avrebbe quindi gli elementi fondamentali ovvero sensore e comandi ma anche un sistema di rilevazione delle vibrazioni, un’unità che veicola la trasmissione dell'immagine al monocolo elettronico ed un’altra che invece la manda a noi.

Il vantaggio di questo tipo di mirino potrebbe essere la possibilità di avere macchine molto compatte, piccole senza mirino e schermo LCD, ma per contro si dovrebbe sempre tenere la macchina sull’occhio. Un’idea simile a quella di Olympus l’avevamo vista anche nei Google Glasses, gli occhiali con fotocamera integrata, ma anche da Olympsus stesso con i Meg 4.0, gli occhiali che ci danno informazioni su quello che stiamo visualizzando.

  • shares
  • Mail