The Light That Shines, a story for all di Sue Bryce

Ci sono esperienze che ci travolgono e stravolgono la vita al punto da sentire il bisogno di gridarlo al mondo, e la dimensione social è rapida a fare il giro, arrivando dove noi non avremmo mai neanche pensato di andare. È così che mi sono imbattuta in The Light That Shines e la luce che brilla negli occhi di Jill Conley, raggiante in abito da sposa davanti all'obiettivo della fotografa australiana Sue Bryce.

Una luce che neanche il cancro, la chemioterapia, le radioterapia, una doppia mastectomia e una ricostruzione chirurgica difficile, sono riuscite a corrompere, e questo documentario prodotto dalla fotografa con Hailey Bartolomeo, racconta ed esalta per tutte le donne che hanno bisogno di scovare la bellezza, messa in ombra dai profondi cambiamenti che questo demonio infligge al corpo, la mente, l'anima e il quotidiano. Cambiamenti che obbligano a guardare e guardarci in modio diverso, e con i quali sembra che in un modo e nell'altro siamo tutti destinati a fare i conti, ma è dura, come quello che potreste trovare e provare dopo il salto. This in not a story about cancer, it’s a story about love…

this is not about cancer

This in not a story about cancer, it's a story about love... di chi 'continua a vivere e lottare' superando un cancro al seno, anche quando gli diagnosticano un secondo incurabile alle ossa. Una storia per tutti, anche se apre ferite dolorose in chi ha vissuto, condiviso o perso qualcuno per la stessa ragione. Una storia da leggere sulle pagine che potete sfogliare anche qui, ma ai più sensibili e ai non ancora pronti a rivivere certe emozioni, consiglio di saltare le ultime pagine della rivista digitale.

Io che a causa del cancro ho perso tanto e guadagnato cose inestimabili, non posso quindi che aggiungere la mia voce emozionata al viaggio digitale di questo messaggio coraggioso, affidato ai media digitali per arrivare il più lontano possibile, spero anche grazie a voi.

Via | Vimeo - Facebook

  • shares
  • Mail