Spazio negativo, l'importanza dello spazio vuoto


Quando si scatta una foto la maggior parte delle persone si concentrano solo sul soggetto, ma in realtà è importante anche valutare la composizione e lo spazio vuoto nella foto.

Un'opera d'arte, quindi anche una foto, si può dividere in 3 parti: la cornice, lo spazio positivo e quello negativo. La cornice definisce i limiti dell'opera, lo spazio positivo è il soggetto e quello negativo è lo spazio vuoto attorno al soggetto.

Lo spazio negativo va sfruttato per riuscire a definire meglio il soggetto e per portare l'attenzione di chi guarda verso il nostro centro focale nella foto. Il modo migliore per riuscire ad impadronirsi di questi concetti è scattare tante foto ed osservare i lavori altrui.

La copertina mostra un confronto fra lo stesso soggetto immortalato con più e meno spazio negativo. Come potete vedere la foto di destra è decisamente più comunicativa.

Un utile esercizio per capire il peso relativo di questi spazi è provare a trasformare l'immagini in due colori, bianco per il soggetto, e nero per lo spazio negativo. Senza distrazioni potrebbe essere più semplice riarrangiare la composizione.

Via | LayersMagazine

  • shares
  • Mail