Choros di Michael Langan e Tera Maher, echi visuali danzati figli della cronofotografia


In principio era la donna che scendeva le scale di Étienne-Jules Marey, pioniere della tecnica insieme a Eadweard Muybridge, al quale è stato dedicato qualche tempo fa anche un doodle di google, oggi è all'incanto della cronofotografia che ritorniamo per ammirare gli effetti del corpo di una danzatrice, trasformata in farfalla. A partire dalla "possibilità di registrare in un'unica immagine ed in un'unica lastra fotografica, varie posizioni di un soggetto in movimento in corrispondenza di diversi momenti temporali" (wikipidia docet per la definizione esatta), le potenzialità creative di Michael Langan e Tera Maher hanno dato vita ad una performance che ricorda proprio i lavori sul movimento delle due personalità scientifiche sopracitate.
Le loro scoperte rivoluzionarie hanno fornito gli strumenti per interpretazioni estetiche che interrogano le infinite possibilità del nostro involucro e rimano persino con le evoluzioni estreme delle biotecnologie.
Il nome della moltiplicazione e dell'io e della sua contemporanea unicità corporea, l'illusione della danza guida il gioco della scomposizione e crea un essere ibrido e composito, che supera i confini dell'umano accrescendone in maniera esponenziale le superfici, in pieghe che nascondono e rivelano allo stesso tempo.

Tera Maher, nel medesimo tempo ballerina e co-regista, esegue dei movimenti semplici, lenti ed ampi, su uno sfondo depurato. Ciò che importa, quello che occupa lo spazio è la moltiplicazione della danzatrice. Un “chorus” di donne zampilla dal suo movimento grazie alla tecnica della cronofotografia, messa a punto nel XIX° secolo da Etienne Jules Marey e Eadweard Muybridge. Già utilizzata da Mac Laren nel suo "Pas de deux", la cronofotografia permette di creare un autentico eco visuale. La ballerina è una e poi tante. La sua silhouette si moltiplica in un “pas de trente deux”, quando una di loro comincia il suo movimento, l'altra lo sta ultimando. E tali movimenti semplici e fluidi nascono da un lavoro minuzioso studiato per valorizzare un procedimento tecnico sorprendente.

Via | formatcourt.com

  • shares
  • Mail