Fulmine sulla cupola di San Pietro: foto, video e polemica

I misteri delle fede sono insondabili, quanto sono infinite le strade del Signore per un pellegrino, e imperscrutabile la decisione di Papa Benedetto XVI di lasciare il pontificato il 28 febbraio 2013, molto meno le ire del maltempo che si è abbattuto su Roma e lo Stato del Vaticano la sera di questo annuncio epocale, anche se le foto del fulmine sulla Cupola di San Pietro non ha tardato a trasformarsi nel simbolo mediatico della notizia.

Un fenomeno meteorologico per niente raro sul cuppolone romano, lamentato spesso, agevolato dalla presenza di parafulmini, ma pur sempre soggetto a fatalità e ironie, che ha scatenato ben altra bufera con la foto che inquadra il colonnato del Bernini, la facciata del Maderno e la cupola voluta da Bramante e da Michelangelo Buonarroti colpita dal fulmine, scattata dal fotoreporter dell'ANSA Alessandro Di Meo, per quanto il fenomeno sia stato ripreso da diverse angolazioni anche da Filippo Monteforte e gli operatori della BBC (video dopo il salto).

Dalla Rete ai social network, la foto non ha mancato di far discutere, sorpresi e scettici, curiosi e professionisti della polemica, soprattutto dopo il parallelo tra il fulmine di Roma e quello fake piazzato sulla foto del Duomo di Milano diffusa da Wikipedia, spingendo il reporter ANSA a diffondere la cronaca degli eventi che hanno portato allo scatto, anche in video.

«La macchina fotografica era poggiata su una transenna, e non su un cavalletto. Il tempo di esposizione era di otto secondi, a 9 di diaframma e 50 iso di sensibilità. Ovviamente la macchina era impostata in manuale e montavo un obiettivo grandangolare che mi permetteva di includere tutta la basilica nell'inquadratura ...Capisco che la foto possa sembrare incredibile. Ma foto di fulmini se ne sono sempre fatte. L'unica differenza, in questo caso, è che si tratta del fulmine giusto, nel posto giusto e al momento giusto. Io ci sono riuscito per caparbietà, e, perché no, anche con un pizzico di fortuna».
 

La maggior parte di noi sa che non serve un cacciatore di fulmini per fotografarli, ma se non bastasse il video diffuso dalla BBC ad avvalorare la veridicità dei fulmini sulla cupola, c'è anche questo scatto, realizzato da una diversa angolazione ma al medesimo effetto meteorologico, attribuita dal fotogiornalista Filippo Monteforte, diffuso da France-Presse e Getty.

Fulmine sulla cupola di San Pietro - Roma 11 febbraio 2013 - Filippo Monteforte - Getty

A parte le suggestioni della fede e la spettacolarità del maltempo, il problema resta sempre lo stesso, e indipendentemente dal contenuto che veicolano, sul banco dei testimoni tornano gli strumenti che ci consentono di avvalorare o falsificare il reale.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: