World Press Photo 2013: i vincitori italiani

Il World Press Photo 2013 vinto da Paul Hansen, seguito dalla vittoria dei fotografi italiani Alessio Romenzi, Paolo Pellegrin, Fabio Bucciarelli, Vittore Buzzi, Fausto Podavini e Paolo Patrizi.

Tutto quello che scatena l'innocenza dei due bambini di 2 e 3 anni uccisi a Gaza e il dolore del padre e degli adulti palestinesi durante i funerali per i vicoli della città, fotografati dallo svedese Paul Hansen, ha conquistato la giura e il podio del World Press Photo 2013, ma nello sguardo e gli obiettivi dei vincitori di questa edizione del prestigioso concorso c'è ogni angolo di mondo e dolore, vita ed emozione, che potete sbirciare sul sito del concorso e nella gallery in video, fotografato anche da sei dei nostri connazionali.

L'uomo armato tra le macerie di Aleppo, roccaforte delle forze rivoluzionarie del conflitto siriano, protagonista della Battle to Death di Fabio Bucciarelli (France Presse) insieme ai 12 scatti che immortalano le diverse sfumature di questo conflitto, si è aggiudicato il 2 ° Premio della categoria Spot News. Con lui tra i vincitori, anche Mirella di Fausto Podavini, Siria Under Siege di lessio Romenzi, Crescent di Paolo Pellegrin, Lone Chaw Lethweu Gym di Vittore Buzzi e di Paolo Patrizi

World Press Photo 2013, Fabio Bucciarelli, Battle to death, Siria, Categoria Spot News, secondo premio Stories

Ai razzi che squarciano la notte siriana di Zabadani, per guidare le rappresaglie dell'esercito su villaggi che hanno sostituito acqua e cibo con la paura, messi a fuoco da Siria Under Siege di Alessio Romenzi (Corbis) è andato il 1 ° premio storie della categoria general news.

World Press Photo 2013, Alessio Romenzi per Time Magazine (Siria under Siege) Categoria General News, primo premio Stories

Paolo Pellegrin (Magnum Foto) ha conquistato il 2° Premio della stessa categoria puntando l'obiettivo in bianco e nero sulle ombre e l'elevata criminalità concentrata nell'area newyorkese chiamata Crescent che attraversa diversi quartieri della città.

World Press Photo 2013,  Paolo Pellegrin, Magnum Photos per Zeit Magazin (The crescent) secondo premio Stories

Il reportage fotografico in bianco e nero di Fausto Podavini, già sbirciato su clickblog, inquadra la settantunenne Mirella che da sei lunghi anni si prende cura dell'amore della sua vita affetto dal morbo di Alzheimer, vincitrice del 1° premio nella categoria Daily Life stories.

World Press Photo 2013, Fausto Podavini, Mirella, Categoria Daily life, primo premio Stories

Il 2° premio della stessa categoria va a Paolo Patrizi per Migrant sex workers che inquadra la quotidianità delle donne nigeriane di Benin che da quasi venti anni arrivano in Italia per lavorare nel mercato del sesso.

World Press Photo 2013, Paolo Patrizi, Migrant Sex Workers, secondo premio Stories

Vittore Buzzi ha conquistato il 3 ° premio della categoria Sports Feature, con Lone Chaw Lethweu Gym, ovvero la palestra di Chaw Lone, campione nazionale e leggenda dell'arte marziale birmana del Lethwei.

World Press Photo 2013,  Vittore Buzzi, Lone Chaw Lethwei Gym, Categoria Sport Features, terzo posto Stories

Via | World Press Photo
Video | Scotsman
Foto | Repubblica

  • shares
  • Mail