Sophot.com il sito per gli appassionati di fotografia sociale


Tre lingue (inglese, francese e spagnolo) per un portale che riunisce una vasta selezione di informazioni e curiosità dedicate a fotografi ed appassionati di fotografia sociale e d'ambiente. Sei sezioni per informarsi sulle attualità del settore, scoprirne i protagonisti ed analizzare ampie fette di ricchissimi contenuti. E tutto nasce per iniziativa di un'associazione francese fondata nel lontano 1932: "Pour que l'Esprit vive", portavoce di un pensiero ancorato all'analisi del reale, che si appoggia concretamente in uno spazio espositivo parigino situato all'incrocio tra l'engagement e la promozione di talenti. Una galleria un po' fuori dagli schemi insomma, che già nel nome "Fait et cause", lega indissolubilmente accadimenti e processi. Tra reportage già realizzati, appelli e progetti in via di sviluppo come "La classe media africana", il sito è un crocevia di suggestioni e funge anche da utilissima bacheca per metter in contatto organizzazioni pubbliche e private con i professionisti specializzati in scatti di riflessione sociale.
Ma non è tutto, perché se le predisposizioni personali non si insegnano ciò non toglie che l'attenzione all'ottava arte si coltiva imparando a mettere in luce "la denuncia delle ingiustizie, della miseria e della disuguaglianza", in un desiderio di condivisione che anima la parte dedicata all'apprendimento sviluppata per "topos fotografici" discussi, ampliati e presentati ogni mese.

Via | sophot.com

  • shares
  • Mail