Seravezza Fotografia 2009


L’Assessorato alla Cultura del Comune di Seravezza (LU), in collaborazione con il Circolo Fotografico “L’Altissimo” e la FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche) organizza la VI edizione della Rassegna SERAVEZZA FOTOGRAFIA, che si terrà a Palazzo Mediceo di Seravezza dal 4 aprile al 7 giugno.

Per la mostra principale un nome ancora inedito: ANKE MERZBACH, ultima scoperta del curatore artistico Libero Musetti, che per l’edizione del 2009 ha deciso di andare controcorrente proponendo al pubblico, non uno dei soliti “grandi nomi noti” bensì un autore sconosciuto al grande pubblico della fotografia.

Lo spirito della VI edizione di Seravezza Fotografia coincide con il desiderio di innovazione e rinnovamento che da sempre contraddistinguono la rassegna, che ora più che mai si propone in qualità di “trampolino di lancio” per talentuosi fotografi emergenti.

Una scelta azzardata per una manifestazione ormai consolidata come lo è Seravezza Fotografia, ma che mai come in questo caso riflette la propria vocazione artistica.

In concomitanza alla mostra di Anke Merzbach, allestita presso Palazzo Mediceo, le Scuderie Granducali Medicee ospiteranno personali delle seguenti fotografe:


  1. Cinzia Busi Thompson dal 4 aprile al 19 aprile

  2. Vago Albertina dal 30 aprile al 17 maggio

  3. Ceolin Annalisa dal 23 maggio al 7 giugno

Incontri di cultura fotografica
A cura di Carlo Ciappi:


  • Lunedì 4 Maggio - Roberto Galassini “Come nasce un videoclip musicale”

  • Lunedì 11maggio - Bona Baraldi artista e docente d’arte, Roberto Galassini e Carlo Ciappi tratteranno il tema “Contaminazioni dalle altre arti” (Pittura e scultura, Cinema, Poesia)

  • Lunedì 18 Maggio - il Dott. Carlo Raffaelli di Pisa ricercatore e docente di comunicazione tratterà il tema “Fotografia e comunicazione”. Sarà esaminato il rapporto tra fotografia e comunicazione in svariati campi, non ultima la pubblicità

  • Lunedì 25 Maggio - Carlo Ciappi tratterà “La fotografia e l’arte”. Rapporti e vicinanza con l’arte più classica nei tempi in cui, finalmente, anche la fotografia viene considerata arte.

Via | [Comunicato Stampa]

  • shares
  • Mail