Secret Vision, le candide montagne veronesi di Corrado Formentini

Secret Vision di Corrado Formentini, nuvole
Le montagne nei dintorni di Verona hanno un profilo candido negli scatti di Corado Formentini. In un universo di cristalli di ghiaccio e poetiche stalattiti emerge negli scorci raccolti nel libro "Secret Visions, Verona Mountains Landscapes". Tale "serie di lavori fotografici minimalisti in bianco e nero" realizzati dal 2009 al 2012 nella zona, si declina in 43 fotografie in bicromo che lasciano ampio spazio all'immaginazione. E è cosi' che tra i rami rinsecchiti si intersecano ragnatele trasparenti, mentre sentieri perduti si disegnano sulla neve inseguendo il silenzio di un luogo battuto quasi unicamente dagli elementi naturali e tuttalpiù da sparuti protagonisti della regno animale.
Secret Vision di Corrado Formentini, rocce
Secret Vision di Corrado Formentini, linee
Secret Vision di Corrado Formentini, profili
Secret Vision di Corrado Formentini, silenzio

Una terra a sé, nel più profondo significato della parola, i cui elementi si confrontano con il passare delle stagioni e tracciano semplicemente la loro storia in un incanto che sa essere allo stesso tempo piacere naturale d'altri tempi e godimento estetico contemporaneo, come ben analizza la Prefazione al testo a cura dell'artista Lucia Amalia Maggio, che ha collaborato a lungo con Formentini per installazioni arricchite da materiali fotografici:

Nei primi scatti i fili d’erba che spuntano dalla neve e le punte del fil di ferro sono i simboli stessi dell’esistenza. In quelli successivi gli alberi sono i protagonisti assoluti della scena, essi sembrano dominare in solitudine la Lessinia vincendo l’isolamento con la loro grazia. Le immagini delle “Laste”, pietre usate un tempo come vecchi confini per dividere i terreni dei pascoli, evocano atmosfere che richiamano Stonehenge. I contesti cupi e tenebrosi rendono il paesaggio astratto e onirico. Nella sequenza “Tra le nuvole” le nubi somigliano a stormi di uccelli che osservano dall’alto la Lessinia come testimoni discreti dei nostri giorni.
Negli ultimi lavori del 2012 si avverte un cambiamento, l’artista sembra aver ritrovato armonia ed equilibrio interiore con il territorio, come se questo vagare dell’animo dell’autore, attraverso l’indagine del luogo, fosse finalmente giunto a termine come alla chiusura di un cerchio. Lo stile inconfondibile emerge in ogni opera trasmettendoci emozioni e suggestioni che raccontano di spazi e luoghi senza tempo, dove l’uomo ed il paesaggio coesistono da secoli in armonia.

Secret Vision di Corrado Formentini, neve
Secret Vision di Corrado Formentini, licheni
Secret Vision di Corrado Formentini, sentiero
Secret Vision di Corrado Formentini, copertina

Si ringrazia Corrado Formentini per la cortese collaborazione.

Via | pphotography.net

  • shares
  • Mail