Dal MAMM di Mosca al FOAM di Amsterdam, con una mostra che riporta la Russia ai colori del pittorialismo


Dopo gli USA d'archivio ecco "Primrose. Russian Colour Photography". Un'esposizione a colori, perfetta per queste ultime settimane d'inverno che già si tingono della stagione a venire. Perché la mostra in questione è stata portata dalla fredda Russia alla terra dei tulipani, transitando accompagnata da Olga Sviblova, direttrice del MAMM (Moscow Multimedia Art Museum), da Mosca ad Amsterdam, dove ha ritrovato le sale del FOAM per raccontare la bella storia della fotografia a colori che viene dall'estremo est europeo.
Una vicenda che intreccia arte e politica, seguendo le evoluzioni della tecnica in un percorso parallelo all'evoluzione sociale e accendendo i riflettori su una delle più importanti correnti del pittorialismo.
Tra tecniche anacronistiche di coloraggio a mano spesso volutamente al limite del kitch, e scorci rivoluzionari, i secoli XIX° e XX° già sfiorati con le opere di Peretti Griva in mostra a Modena, rivivono attraverso la panoramica di un'epoca di entusiasmi estetici e paure, con tanto di evoluzioni più recenti:

Primrose - Russian Colour Photography può essere considerata come un viaggio attraverso varie tecniche e generi, significati e messaggi, pratiche comuni e esperimenti individuali. La mostra riunisce lavori di noti fotografi come Sergey Produkin-Gorsky, Ivan Shagin, Dmitry Baltermants e Robert Diament, ma anche scatti unici di Alexander Rodchenko e Varvara Stephanova, e lavori recenti appartenenti alle famose Luriki series di Boris Mikhailov, nei quali ironizza sulla cultura visuale della propaganda sovietica.

Pensare che, mentre i francesi e gli italiani si dedicavano liberamente al progresso genere, i pittorialisti russi se la vedevano piuttosto male, inviati a scontare nei gulag la pena per aver creato paesaggi troppo romantici e debosciati, considerati contrari allo stretto (virile e utilitarista, rigido e persino un po' triste aggiungerei) realismo socialista imperante.

Via | foam.org

  • shares
  • Mail