Picasso nell'editoriale di Eugenio Recuenco

Picasso - El jersey amarillo, 1939 - Eugenio Recuenco

Le visioni e sperimentazioni della corrente cubista, non hanno mai smesso di intagliare prospettive spigolose nella forma per moltiplicarne i significati, frammentare elementi e punti di vista per renderli dinamici, quanto continuano ad influenzare la sintesi tra arte e quotidiano, non solo nella moda, e nella dimensione tessile cromatica di Sonia Delaunay, in mostra com molte altre espressioni di “Cubisti cubismo” al Complesso del Vittoriano di Roma, fino al 23 giugno 2013.

Espressioni che toccano l'universo estetico e dinamico della moda anche con la fotografia di Eugenio Recuenco, nell'editoriale ispirato ai quadri di Picasso e le consuetudini della moda, pronta a mescolare frammenti di stile e tendenze, prospettive estetiche ed elementi che prende in prestito dalla vissuto quotidiano e quello immaginario.

Picasso -  Ritratto di Nusch Eluard, 1937 - Eugenio Recuenco
Picasso -  Jaqueline con las manos cruzadas, 1954 - Eugenio Recuenco
Picasso - Mujer con reloj, 1936 - Eugenio Recuenco
Picasso - Mujer de Mallorca, 1905 - Eugenio Recuenco

Picasso - Eugenio Recuenco

Un editoriale prodotto per il settimanale spagnolo SMODA, supplemento di El Pais, con il quale il fotografo madrileno, rende omaggio al padre del cubismo e le mille sfaccettature dell'Arte che è stato in grado di abbracciare con il suo stile unico e personale (quindi ben oltre il cubismo), capace di liberarsi della dittatura della forma, della bellezza e della prospettiva, mescolando tutto per generare nuovi punti di vista.

Un progetto che parte dall'arte, per vestire i corpi di abiti disegnati da Dior, Vivienne Westwood, Burberry e Marni, insieme alle acconciature, il trucco e gli accessori necessari a creare suggestioni ed atmosfera.

Una foto parte dalla tecnica della ragnatela usata da Picasso per puntare i riflettori su Il maglione giallo indossato dalla sua amante Dora Maar, un'altra dall'uso di luci diverse per evocare la dualità del bagliore solare e lunare che divide in due il volto del Ritratto di Nush Eluard. Con la composizione in rosso moltiplicata dai riflessi, si ispira all'attesa nel mondo celato dai bagliori e i clamori della vita notturna parigina, ritratta da Pablo Picasso con Margot (La espera - L'attesa).

Picasso - La espera, 1901 - Eugenio Recuenco

Via | Facebook

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: