Le metafore monocromatiche di Hossein Zare

Passenger, Hossein Zare

Il viaggio di oggi procede, su strade nere come l'asfalto della realtà calpestata dal razionale, lungo curve sinuose come il destino, con le solitudini metaforiche del Passenger di Hossein Zare, tra le migliori foto artistiche 2012 del popolare sito di condivisione 500px.

Contempla silhouette nere immerse nel bagliore 'bianco' di potenzialità, minimalismi monocromatici attenti alle sottrazioni, a orme che si allontanano in una direzione diversa da quella suggerita dalla logica, alla vacuità della direzione e di orizzonti indistinti, svuotati dalle ansie del mondo, che il fotografo autodidatta realizza con una Nikon D7000 e photoshop.

Exodus, Hossein Zare
Alone, Hossein Zare
Alone Passenger , Hossein Zare
..., Hossein Zare

Astrazioni monocromatiche per viaggi metaforici nella solitudine della vita privata dell'ansia dell'incertezza, in una dimensione spazio-temporale dilatata della distanza e della direzione, vane come gli affanni per intraprenderle, in uno visione che si nutre di assenze con il potere di palesare vuoti e pieni.

Una visione che evoca il concetto di "vacuità, o shunyata in sanscrito, elemento centrale della dottrina buddista e fonte di liberazione, che consente di vedere la natura dell'esistenza, delle cose, del se, in un abbraccio del mondo che nega l'esistenza di una realtà immutabile e indipendente.

Un viaggio nel portfoglio di questo fotografo iraniano con sede a Bushehr, editore della rivista Fotoblur, che lascia emergere le sue visioni dall'incontro tra macchina fotografica e gli strumenti di ritocco "Camera Vs. Photoshop".

in vain, Hossein Zare
to ..., Hossein Zare
True choice, Hossein Zare
Wrong Way, Hossein Zare

Via | 500pxFacebook - Demilked

  • shares
  • Mail