Restauro fotografico, la moda del vintage fa la fortuna degli esperti che rispolverano l'anima delle foto d'epoca


In principio (neanche tanto lontano a dire il vero) erano state le foto in bianco e nero, in seppia, in sanguigna, con cromatismi scelti ed adattati per dare agli scatti il bell'alone del passato, poi gli strumenti si sono velocemente democratizzati, seguendo uno sviluppo già in atto, ed è ormai è un fatto: il vintage ha vinto, riuscendo ad affermarsi con tutto il suo portato di memorie d'antan. Una tendenza che si è trasferita già da tempo in campo fotografico, favorendo il fiorire di applicazioni ad hoc, studiate per invecchiare strategicamente le immagini contemporanee e conferire loro quella patina vissuta e fascinosa che solo il tempo sa imprimere davvero. Ma l'onda lunga del fenomeno ne ha accentuato un altro, in un crescendo di attenzione che si è rivolto verso gli scatti già esistenti, spesso ritratti di persone care o pezzetti di passato familiare, dando vita ad un profondo desiderio di riportarli al loro perduto splendore.
Ricordando vecchie iniziative ormai lontane e alcuni progetti di Photo Rescue, ci siamo tuffati nelle nebbie delle pieghe, delle imperfezioni, dei grumi, e dell'opacità polverosa, desiderando profondamente la ricostruzione di certi volti.
Ed ecco che abbiamo messo su una breve lista di siti che forniscono il servizio:

E aggiunto un bel link per chi volesse cimentarsi direttamente con Photoshop, nel cancellare le ingiurie degli anni. In merito a quest'ultimo punto approfondiremo in seguito...

Via | restauration-photos.com

  • shares
  • Mail