Il racconto del riso di Gianni Berengo Gardin

Il racconto del riso e le tradizioni dell'Italia di ieri e di oggi, protagonisti degli scatti in bianco e nero di Gianni Berengo Gardin, racconti in un libro edito da Contrasto e un mostra ospitata al Forma Galleria, fino al 27 aprile 2013

Il racconto del riso - Gianni Berengo Gardin

Le vie del signore sono infinite, quelle del riso cicliche, e da queste dipende la vita di quasi tre miliardi di persone sul pianeta, dall'Asia all'Italia, dove tradizione e memoria hanno incontrato l'obiettivo di Gianni Berengo Gardin e le immagini in bianco e nero scattate alla famiglia Rondolino, che nella loro cascina del paesino de La Colombara, vicino a Vercelli, coltiva il riso Acquerello, tra le eccellenze enogastronomiche Italiane.

Un reportage su tradizioni di ieri e di oggi, pronto a condividere Il racconto del riso, con un libro edito da Contrasto, e ora anche una mostra ospitata nelle sale di Forma Galleria.

Il racconto del riso - Gianni Berengo Gardin


«Qualche anno fa ho pubblicato un libro sulle risaie (uno degli oltre 200 pubblicati nella straordinaria carriera, ndr). Poi nel 2011 e nel 2012 sono tornato alla cascina La Colombara, luogo magico. Coltivano il riso con tecniche industriali contemporanee ma conservano con amore le memorie di quando le mondine affollavano la cascina. Ci sono i dormitori, le attrezzature, una falegnameria, una scuola»

Il racconto del riso - Gianni Berengo Gardin

Una cinquantina di immagini che raccontano il trascorrere delle stagioni, la trasfigurazione dei campi l'attualità, i volti degli uomini e delle donne che vivono i cicli della terra, le usanze di ieri e quelle di oggi, insieme al


«silenzio assordante che caratterizza le terre che in primavera si fanno acqua per generare uno degli alimenti più importanti per la vita dell'uomo: il riso»

Il racconto del riso - Gianni Berengo Gardin

Un viaggio nelle diverse fasi di un rito che si rinnova nell'arco dei dodici mesi, ricorrendo ad esperienze antiche e tecniche innovative, per non perdere il contatto con madre terra, i suoi ritmi, e lo sguardo che ha bisogno di nutrirsi di immagini.

Via | Forma Foto - Contrasto - Libreriamo

  • shares
  • Mail