Foto di scrittori, tra orrori, cliché e grandi ritratti

Come catturare l'anima di uno scrittore, riuscire a fissare in immagine il vortice dei suoi pensieri, la delicatezza delle sue parole e lasciar trasparire lievemente il profumo dei suoi intrecci senza deludere il lettore che l'ha lungamente immaginato li' nascosto, come in agguato, tra i rari intermezzi lasciati dalle sue frasi. Ci siamo lasciati ispirare da un articolo del Nouvelle Observateur ed abbiamo ampliato l'argomento recuperando alcuni esempi scattati al recente Salon du Livre di Parigi, fino a metter su un breve vademecum che potrà esser utile a coloro che hanno intenzione di cimentarsi con questo insidioso tipo di soggetti, piuttosto complessi da immortalare con onestà ed ardore.


Un post nato da una riflessione semplice "non c'è niente di più irritante che le foto di scrittori che punteggiano la stampa letteraria", un'affermazione con la quale non possiamo che concordare, ma che ci ha spinto a voler andare oltre la barriera degli scatti-cliché e, da accaniti lettori e curiosi osservatori dell'estetica fotografica, abbiamo espresso i nostri auspici.
Cominciamo col fare un elenco delle cose da evitare per poi mostrarvi invece caratteristiche che amiamo riunite in un esempio, piuttosto classico a dire il vero.
Non ci piacciono, e inquietano non poco il nostro lato di lettori:


  • Gli sguardi penetranti e affettati e quelli sognatori (da lasciare ai momenti ok delle "giovinette in fiore")

  • I sorrisi forzati (non ce n'è bisogno, anche se possono essere comprensibili in caso di libri dal tono comico)

  • La foto-leggio, nella quale lo scrittore stesso si esercita a far da scaffale alla sua opera, come a voler sottintendere l'appoggio fisico e morale con il quale intende promuovere il frutto delle sue fatiche letterarie (ci sa di plastico), o quelle barriera, nelle quali i tomi fanno fisicamente da muro a una parte del corpo dello scrittore.

  • Le foto-biblioteca, nella quale il soggetto emerge sullo sfondo della sua nutritissima collezione di tomi, disposti ad arte per trasmettere un senso di innato rispetto, tipico dei testi a soggetto filosofico (trito e ritrito, persino stantio).

  • E per finire ci irrita molto a dire il vero, il velato sessismo sociale che porta a ritrarre gli uomini seduti all'imponente scrivania del loro studio, e le donne distese sul sofà del medesimo, e dato che l'inversione di ruoli darebbe adito a situazioni ambigue, meglio rompere gli schemi e metter tutti giù per terra, su tappeti e parquet (vietata dai trent'anni in su tranne nel caso di autori particolarmente easy).


Che criticoni vi verrebbe da dire, e in fondo non avete torto, ma non bisogna dimenticare che questo insieme di appunti nasce da un profondo desiderio di comprensione che ci ha spinto a metter su una piccola lista dei desideri, nella quale ci siamo divertiti a riunire gli elementi che ci convincono per ragioni estetiche e concettuali:

  • Le foto disinvolte e realizzate vicino a corsi d'acqua e in caffé d'epoca,

  • quelle in libreria, a patto che si tratti di chicche di quartiere, che vale anche la pena valorizzare, e non degli imponenti e freddi bookstore di grandi catene.

  • Il tappeto di tomi sparpagliati (stile vi presento il mio humus letterario") se poi ci aggiungete che i libri in questione spuntano da una bella valigia o da una cartella vintage style vi perdoniamo persino la "messa in situazione" un po' scontata.

  • La franchezza e il coraggio degli sguardi deviati, storti, riflessi e non necessariamente evidenti.

  • I difetti non celati ma nemmeno esposti, che lasciano spesso intravedere lo spessore umano.
  • E' la vita che cerchiamo in queste foto, ma una vita di un genere strano, iperrealista e allucinato forse, ma di sicuro mai uguale a se stesso, come nella prima immagine, che rappresenta il poeta francese Paul Éluard secondo un piccolo capolavoro di Izis da chagalov.tumblr.com.

    foto di scritori, Robet Caro, Michael Loccisano/Getty Images
    foto di scritori, David Khara,FRANK PERRY/AFP/Getty Images
    foto di scritori, Patrick Rambaud, ERIC FEFERBERG/AFP/Getty Images
    foto di scritori, Amelie Nothomb, ERIC FEFERBERG/AFP/Getty Images
    foto di scritori, Marc Levy, ERIC FEFERBERG/AFP/Getty Images

    Via | bibliobs.nouvelobs.com

    • shares
    • Mail