Sensori Multi-Exciton Generation


Alcuni ricercatori sono riusciti a creare un sensore che riesce a sfruttare un fenomeno noto come multi-exciton generation (MEG). Un traguardo che nessuno era riuscito a raggiungere prima di loro.

I sensori attuali generano al più un elettrone eccitato per ogni fotone che raggiunge il fotoricettore ed un semiconduttore misura la corrente che passa come risultato.

Quando la luce è scarsa le immagini tendono ad essere rumorose per via dei pochi elettroni eccitati generati. La nuova tecnica scoperta dai ricercatori canadesi consente di generare più elettroni eccitati per singolo fotone, rendendo quindi il sensore molto più sensibile alla luce.

Purtroppo ci vorrà ancora del tempo prima di poterla vedere nei sensori delle nostre fotocamere, ma il futuro sembra prospero con tutte queste ricerche che provano ad abbattere le barriere degli attuali sensori.

Via | ImageSensorsWorld

  • shares
  • Mail