Nuova collezione Olympus, serie Easy FE-280, FE-290, FE-300

Olympus FE-300

La Olympus rimuova la sua collezione di fotocamere digitali andando a presentare sette nuove compatte, quattro della serie Stylish le µ 1200, µ 830, µ 820 e la µ 790 e tre della serie Easy le FE-280, FE-290 e FE-300.

Oggi vi parliamo delle ultime tre, che vanno ad integrare, occupando le posizioni di vertice, la serie di partenza della casa nipponica.

La FE-300 rappresenta il modello di punta della serie Easy, pur essendo una fotocamera della generazione punta e scatta presenta una serie di interessanti qualità che la rendono appetibile soprattutto ad pubblico che ricerca in una fotocamera semplicità di utilizzo ma al contempo chiede di poter scattare belle fotografie in qualunque situazione.

A questo proposito risulta particolarmente interessante la progettazione del posizionamento delle funzioni principali che si traduce nella maggior parte delle volte nel principio “Un Bottone, Una Funzione”, consentendo così la selezione immediata anche alle persone meno esperte.

I programmi di ripresa rappresentano lo strumento principale attraverso cui chi utilizza le fotocamere di questa categoria riesce ad ottenere fotografie nelle più disparate situazioni, risulta perciò molto interessante la possibilità di selezionare ben 17 differenti scenari, tra cui l’interessante Smile Shot, una funzione che consente di scattare in automatico nel momento in cui il soggetto sorride, e se pensate che questa funzione non serva vuol dire che non avete mai provato a scattare fotografie ai bambini con una compatta di questo livello.

Un'altra caratteristica interessante che viene proposta è la funzione Panorama, che consente l’unione di più fotografie per formare una foto fino a 360°, unica nota dolente questa unzione è attivabile solo se si utilizzano le schede xD Picture Card originali.

Concludono l’offerta un sensore CCD da 12 Mpixel capace di una sensibilità iso di 6400 e uno schermo da 2.5”

Olympus FE-290

La FE-290 dovrebbe rappresentare la via di mezzo tra le tre presentate, ma dal mio punto di vista risulta senza dubbio la migliore.

A differenza delle altre due è dotata di uno zoom con focale minima di 28mm contro i 35 della FE-300 e i 36 della FE-280, che risulta decisamente più sfruttabile rispetto a quelli delle sorelle, consentendo inoltre una funzione macro con distanza minima di 5 cm.

Il corpo completamente in metallo rappresenta un punto di forza per questa fascia nella quale il miglior rapporto qualità prezzo passa spesso per la scelta dei materiali meno costosi.

Completa l’offerta un sensore CCD con 7.1 Mpixel che risultano più che adeguati per le dimensioni del sensore, un ampio display da 3” nella quale è possibile visualizzare una guida sulle funzioni della fotocamera che consente di ottenere le migliori immagini in ogni situazione.

La FE-280 condivide con la FE-300 alcune delle funzioni principali come lo Smile Shot e ed il Face Detection. Anch’essa è dotata di un robusto corpo metallico che previene i danneggiamenti da urti accidentali, inoltre grazie alla custodia subacquea opzionale PT-038 è possibile effettuare riprese fino alla profondità di 40m.

Completano l’offerta il sensore CCD da 8.1 Mpixel, la tecnologia Tecnologia BrightCapture che consente di ottimizzare le riprese anche in condizioni di luce sfavorevole e il processore d’immagine TruePic III, che consente una rapida e precisa elaborazione delle immagini.

Olympus FE-280

Le ultime tre nate di casa Olympus sono certamente delle fotocamere entry level, ma rappresentano, soprattutto la FE-290, un buon compromesso per chi vuole immortalare i propri ricordi senza dover per forza spendere cifre esorbitanti.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: