MUORI di LesBaguettesDuMal, il progetto creativo che dissacra e sbeffeggia la morte

Tre studenti italiani hanno avviato durante un Erasmus del 2008 il progetto MUORI, dove la morte viene interpretata e fotografata, creando immagini originali e dissacranti

MUORI di LesBaguettesDuMal

La morte fa paura. Banale ma evidente. Come tutte le cose che fanno paura viene tenuta a debita distanza. Quindi sono in pochi ad avere il coraggio di fotografare la morte. Quei pochi sono soprattutto fotografi di reportage, che raccontano la morte per guerra, per malattia, per miseria.

Però tre studenti italiani, Andrea Pilia, Adriano Leo e Dario Cataldi, insieme al il fotografo Paolo Ippolito, hanno trovato un modo originale e dissacrante per raffigurare la morte. Tutto ha avuto inizio con uno scatto effettuato nel 2007, ma solo durante un Erasmus del 2008 nasce il progetto MUORI, firmato con il nome LesBaguettesDuMal.

Questo progetto procede tutt'ora, con l'invito "vuoi morire?" ben in evidenza sul sito di LesBaguettesDuMal. Sito che si apre infatti con uno scatto panoramico a 360° dove possiamo vedere una ventina di cadaveri sparsi dentro ad un locale. Ma non vediamo solo cadaveri.

Ci sono anche due persone che giocano con le bolle di sapone, apparentemente estranei alla strage che li circonda. C'è anche un ciclista che si diverte ad infierire su uno dei corpi inermi. Surreale e grottesco quindi, ma anche divertente. Diverte infatti il dettaglio delle scarpe perse dai defunti, anche se il decesso è avvenuto mentre il caro estinto era comodamente seduto su una poltrona.

Diverte poi vedere l'ambientazione e la sceneggiatura dei singoli scatti. Si muore subito dopo il fatidico sì. Si muore mentre si consegnano i regali di Natale. Si muore anche sui siti di annunci. Si muore soprattutto per gioco. E così forse la morte fa meno paura.

MUORI di LesBaguettesDuMal

MUORI di LesBaguettesDuMal
MUORI di LesBaguettesDuMal
MUORI di LesBaguettesDuMal
MUORI di LesBaguettesDuMal

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: