Fotografia di matrimonio con un banco ottico del 1860 e con lastre al collodio umido

Sid Ceaser e la sua futura moglie Sara si sono fatti fotografare da Yige Wang usando un banco ottico del 1860 che impressiona lastre di alluminio di 50x60cm trattate con il collodio umido

Fotografia di matrimonio con un banco ottico

La fotografia di cerimonia, ovvero il settore dei cosiddetti matrimonialisti, è uno dei più concorrenziali. Questo perché sia la domanda che l'offerta sono molto ricche. Infatti il matrimonio è una di quelle rare occasioni per cui la gente comune è ancora disposta a spendere un bella cifra pur di avere delle belle immagini.

Di conseguenza ci sono in ogni città grande e piccola tantissimi fotografi che hanno come principale se non unica fonte di reddito proprio gli introiti derivati dai matrimoni. Ne consegue che la concorrenza è ovviamente agguerrita. I fotografi cercano quindi di attirare a sé i clienti cercando di mettere in evidenza la qualità del proprio lavoro oppure banalmente l'economicità dei propri servizi.

Ma alcuni cercano di distinguersi dalla massa offrendo innanzitutto l'originalità. Originalità che è diventato un punto fermo per Sid Ceaser e la sua futura moglie Sara. Essendo entrambi due fotografi, per il loro fatidico "sì" volevano qualcosa per l'appunto di davvero unico ed originale. Hanno quindi deciso di farsi fotografare con un banco ottico del 1860 e con lastre al collodio umido.

Hanno scelto come fotografo Yige Wang, Vice Direttore della University of New Hampshire’s Confucius Institute, che possiede un enorme banco ottico capace di impressionare lastre in alluminio di 20x24", ovvero 50x60cm, trattate con il collodio umido, un tecnica che richiede di scattare immediatamente, dato che dopo 10 minuti l'emulsione si asciuga e diventa inutilizzabile.

La complessità del tutto è incrementata dalla lunga esposizione, che richiede di usare dei supporti per aiutare i due novelli sposi a restare il più possibile immobili. Dopo l'esposizione si deve subito sviluppare e fissare la stampa: Yige a questo scopo ha trasformato un carrello rimorchio cabinato in una camera oscura.

Come potete vedere in galleria i risultati ottenuti grazie all'ottica Petzval sono davvero splendidi. Un servizio unico, che qualche matrimonialista potrebbe provare ad inserire nel proprio catalogo.

Via | PetaPixel

Fotografia di matrimonio con un banco ottico

  • shares
  • Mail