Mondiali di Calcio 2010: con Stefano Pesarelli dal Malawi 3

Mondiali di Calcio 2010 3

Lilongwe, Malawi, Africa. Tra i soliti inconvenienti e qualche immancabile imprevisto, Stefano Pesarelli continua a seguire i Mondiali di Calcio africani dai villaggi e dai "bar" intorno a Lilongwe, dove televisore, decoder e casse, sono un bene prezioso da barricare dietro sbarre d’acciaio insieme ad uno sponsor ufficiale come Coca Cola!

Piccoli e spartani capanni provvisti del necessario per seguire gli incontri del mondiale, che impallidiscono davanti a nostri mega televisori al plasma e ai numerosi megaschermi, sono costati anche un anno di sacrifici, per affittare la TV, disporre della corrente elettrica necessaria e della card satellitare, senza contare che le partite costano 20 Mkw ad incontro, circa 10 cent/euro.

Un mondiale blindato. Un piccolo business importante per una comunità che non assomiglia per niente a quella del Sudafrica, sotto i riflettori in questi giorni. Qui niente tappeto sonoro di fastidiose trombette come negli stadi sudafricani. Niente striscioni, sciarpe, cappellini o gadget dei mondiali.

Basta la maglietta di Ronaldinho lisa e bucata indossata da questo bambino durante Giappone-Camerun a sancire il contrasto tra le Afriche. Un continente complesso che abbiamo imparato a non guardare, per questo forse la pioggia e il freddo che hanno accompagnato l’incontro Italia-Paraguay ha sconcertato e sorpreso qualcuno.

Mondiali di Calcio 2010 3
Mondiali di Calcio 2010 3 Mondiali di Calcio 2010 3 Mondiali di Calcio 2010 3

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: