Halle Berry e Jennifer Garner contro i paparazzi che seguono e fotografano i loro bambini

Halle Berry e Jennifer Garner in tribunale contro i paparazzi che seguono i loro figli


Si preannuncia dura la vita per i paparazzi, in America le star del cinema ed i personaggi famosi sono stanchi di essere perseguitati dai fotografi ma che soprattutto che lo siano anche i loro bambini. Un personaggio famoso ha scelto un tipo di carriera per cui questi “inconvenienti” sono compresi nel pacchetto, i bambini avrebbero diritto di vivere tranquilli senza essere seguiti da nessuno. Halle Berry e Jennifer Garner sono scese in campo attivamente ed hanno portato la questione in tribunale, hanno testimoniato in aula di fronte alla Commissione di Giustizia dell'Assemblea a Sacramento e vogliono ottenere dei provvedimenti per proteggere i propri bambini da questi continui inseguimenti.

Le due attrici sperano di riuscire ad ottenere una legge che infligga delle sanzioni pesanti a chi infastidisce i figli, e tutti i bambini, facendo passare le foto e i video fatti dai paparazzi per molestie. Guardando i siti di gossip americani è facile rendersi conto perché queste mamme sono stanche e snervate, sono pienissimi di foto con questi bambini impegnati nella loro normale vita di bambini piccoli, che però sono spiati e fotografati come gli adulti.

Halle Berry ha dichiarato:

”Mia figlia di cinque anni non vuole più andare a scuola è spaventata. Come genitori non abbiamo mezzi per proteggerli: dobbiamo avere il diritto di tutelarli”.

Jennifer Garner aggiunge:

“Non ce la facciamo più e non sappiamo come difenderci. I paparazzi non ci possono seguire sempre, quando li porto a scuola o dal pediatra. Non posso litigare con loro tutto il giorno, ogni giorno, perché continuano a traumatizzare i miei figli. Certo, ho scelto di recitare e di conseguenza accetto di essere al centro dell’attenzione, ma i miei bambini non c'entrano”.

Le due attrici hanno proposto un disegno di legge, firmato dal senatore Kevin de Leon, che contiene norme anti-inseguimento e anti-appostamento e contro gli appostamenti in presenza di minori. In realtà una legge c’è già ma evidentemente non tutela abbastanza i bambini.

Al giorno d’oggi stabilire i limiti di cosa è fare il paparazzo e cosa no è davvero labile, di cosa si può fare e cosa no, cosa è giusto e consentito cosa no. In fondo se vediamo una celebrità viene quasi automatico tirar fuori lo smartphone dalla borsa. Inoltre questi paparazzi, devono pur guadagnarsi da vivere… no? Di certo se nessuno guarda queste foto, nessuno le compra e quindi nessuno le dovrebbe fare…

Voi che ne pensate?

Fonte | corriere

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail