Movimenti di mercato in casa Sony

Sony-toshibaSul Herald Tribune del 17 settembre scorso è apparso un interessante articolo, che ai più potrebbe essere passato inosservato: la Sony venderà alla Toshiba la propria divisione microprocessori compreso il suo il processore di punta “cell” sviluppato in accordo con la stessa Toshiba e la IBM, il processore che equipaggia la PS3.

Questa operazione avrà come conseguenza l’interruzione della produzione di tutti i microprocessori da parte di Sony con relativo approvvigionamento dal nuovo leader del mercato giapponese, e terzo mondiale, la Toshiba.

La vendita porterà nelle casse delle casa madre della Playstation qualcosa come 630 milioni di euro, una cifra molto elevata anche per un colosso come la Sony, e ovviamente, come era logico aspettarsi a questo punto, si scatenano i rumors incontrollati sui motivi della vendita di un così strategico settore.

Le possibilità a questo punto sono due, la prima riguarda l’appianamento dei debiti nati dall’insuccesso dell’ultima versione della Playstation, la seconda è il rafforzamento di un settore strategico come la fotografia.

Noi ovviamente propendiamo per la seconda, sia perché un po’ di sana concorrenza ha sempre fatto bene al mercato, sia perché l’investimento della casa nipponica nel settore dei sensori CMOS sembra stia incominciando a dare i sui primi frutti.

Non ci resta che attendere per vedere come andranno le sorti del colosso giapponese, ma una cosa è certa la Alpha A700 prima ancora di essere immessa sul mercato sta smuovendo la casta dal basso, e in maniera rumorosa.

Via | iht and minoltasonyclub

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: