Foto rubata a Hengki Koentjoro vince il contest instagram di Samsung

Una delle fotografie di Hengki Koentjoro, usata e modificata senza permesso, ha vinto il contest instagram di Samsung, un caso di violazione del copyright della multinazionale sudcoreana che segue di pochi mesi quello di Danny Santos II e chissà quanti altri.

Francis Vachon ha condiviso on line i 10 pretesti fasulli che le persone usano quando rubano una foto da internet, ma è anche vero che con il moltiplicarsi delle occasioni di appropriarsi delle immagine altrui presenti on line, allo stesso modo si riducono le possibilità di nascondere queste appropriazioni indebite, che nella maggior parte dei casi restano o tornano on line.

Lo scorso maggio è capitato allo scatto di danza on the road, lungo la strada fotografata con una Nikon da Danny Santos II, ballerino trovato sul facebook di Samsung Singapore, ovviamente utilizzato senza permesso, spacciato per uno scatto realizzato con Samsung, e seguito dalle scuse con la rimozione dal facebook.

Concedendomi una bella passeggiata digitale tra gli incredibili paesaggi in bianco e nero condivisi sulla pagina facebook di Hengki Koentjoro, però mi sono accorta del bis della Sansung, la stessa ricorsa all'International Trade Commission per bloccare negli USA le importazioni di alcuni modelli di iPhone e iPad della concorrente Apple accusata di violazione di uno dei suoi brevetti.

Anche in questo caso (la foto originale sulla destra) restiamo sulla strada quasi mistica percorsa dal fotografo indonesiano, con quel motociclista che lascia il nero della foresta per avventurarsi nell'orizzonte nebbioso e abbagliante del bianco.

Una fotografia presa senza consenso dall'utente Instagram Bogdhan, capovolta e ritoccata con un filtro, che ha vinto il contest instagram di Samsung # LiveInTheMoment nella categoria # MyCommute!, e una Samsung NX300.

Riconosciuta la sua foto on line a concorso già concluso e premio assegnato, grazie alle immagini veicolate sui social, Hengki Koentjoro ha contattato la Samsung, che ha rimosso la foto dalla loro pagina di Facebook, squalificato l'autore della violazione del copyright e dei termini del concorso, oltre ad inviare un messaggio personale al fotografo:


“Thank you for alerting us in regard to this issue. We take copyright infringement very seriously and it is very unfortunate that present case has taken place. We have disqualified the applicant of this picture and he is no longer the winner of the contest neither will he receive the prize. Further we have taken down the winner announcement posts from all our channels.”

Scuse e provvedimenti, ai quali il dottor Robert Tobin e Hitoshi Ohashi del Tobin Ohashi Gallery di Tokyo, che rappresenta il Koentjoro a Tokyo, suggeriscono di aggiungere una maggiore attenzione e controllo per le immagine ammesse in concorso, a partire dalla richiesta del file della foto originale non modificata, e gradirebbero un annuncio pubblico accompagnato da una spiegazione di quello che è successo, insieme a 'scuse più serie'

La punizione per l'autore del furto, la cui immagine ritoccata è ancora on line, è arrivata però anche dalla rete, con critiche e note di biasimo tali da spingere lo stesso ad una reazione esasperata e di certo 'poco cortese'.

Tutto il nostro sostegno ovviamente va ai fotografi, che realizzano le loro opere superando mille ostacoli e limiti anche a causa del copyright, e oltretutto in questo caso conosciamo e apprezziamo da tempo, con la speranza che in futuro le cose possano migliorare

Via | Facebook Hengki Koentjoro - Image and View - Facebook Danny Santos II

  • shares
  • Mail