Nikon brevetta un filtro passa passo regolabile in base alle esigenze

La Nikon ha brevettato un pannello a cristalli liquidi che potrebbe funzionare da filtro passa basso regolabile elettronicamente

Fino a qualche anno fa il filtro passa basso sembrava fosse indispensabile. Senza di esso ci si sarebbe dovuti imbattere nel famigerato moiré fotografando soggetti ad alta frequenza spaziale. Ultimamente stanno uscendo sul mercato però sempre più fotocamere prive di questo filtro, come ad esempio la Fujifilm X100S, la Nikon Coolpix A oppure la Ricoh GR, restando sempre nel settore delle compatte APS-C con ottica fissa.

Nel caso poi della famosa Nikon D800/D800E viene proposto all'acquirente se comprare la reflex con o senza il filtro passa basso. Ma queste sono scelte importanti, in quanto vengono effettuate al momento dell'acquisto e quindi un eventuale ripensamento sarebbe tutt'altro che semplice.

La stessa Nikon ha però brevettato un filtro passa passo regolabile in base alle esigenze: tramite un pannello a cristalli liquidi controllato elettronicamente sarebbe possibile spegnere, accendere oppure mantenere su livelli "normale" o "forte" di intervento del filtro. In pratica verrebbe lasciato al fotografo la scelta se dare priorità al dettaglio o alla pulizia delle immagini.

Anche se devo essere onesto in tutte le mie prove con fotocamere prive di filtro passa basso non mi sono mai imbattuto nel moiré, quindi ho qualche perplessità sui reali vantaggi di questo brevetto.

Via | dpreview

  • shares
  • Mail