L'Africa di Sebastião Salgado

Sebastião_Salgado_Africa_Taschen

Lo sguardo e l’obiettivo di Sebastião Salgado, rivolto all’esistenza di poveri, diseredati ed emarginati di tutto il mondo, ha trovato il suo destino, una ragione di vita ed un nuovo lavoro in Africa, e a questo continente ostile e controverso ha finito per dedicare 30 anni di vita, carriera e reportage.

Più di quaranta reportage che mettono a fuoco i tanti volti dell’Africa, dalla siccità del Sahel alle orme dei rifugiati che segnano la mappa del continente nero, dalle tribù dei Dinka in Sudan ai gorilla nella regione dei laghi orientali.

Immagini, storie e paesaggi, colti tra il cielo abbagliante e una terra ostile, e raccolti nel 2007 da Taschen in una corposa antologia di 336 pagine arricchite dai testi della moglie Lélia Salgado e dello scrittore mozambicano Mia Couto, antologia disponibile da settembre in una edizione più economica ma non meno preziosa, ricca di immagini e sorprendenti ritratti come quello sulla nuova copertina, del bambino che lavora nelle piantagioni di te in Rwanda, e nel video a seguire.

  • shares
  • Mail