Impossible Reminiscences di René Burri al LuganoPhotoDays

Impossible Reminiscences di René Burri e nuovi ospiti del LuganoPhotoDays 2013, protagonisti di mostre ed incontri, dal 12 al 19 ottobre 2013.

Impossible Reminiscences © René Burri / Magnum Photos

René Burri a colori, profondamente legato ai chiaroscuri dell'esistenza e le sfumature dei ritratti intimi di persone e luoghi, anche quando non usa quel bianco e nero che lo ha reso celebre con il Che Guevara che fuma il sigaro per l'eternità, Pablo Picasso a Cannes, o LeCorbusier nel suo atelier, è il protagonista di una delle mostre più attese della nuova edizione del LuganoPhotoDays.

Questo crocevia dell'esistenza urbana, regolata da segnali, simboli, icone e fuggevoli paesaggi della visione, che attraversano il quotidiano e il crepuscolo, insieme al confine tra pubblico e privato, quello che resta nell'ombra e ciò che riesce a stanare la luce,si staglia tra le reminiscenze impossibili colte dall'obiettivo del celebre fotografo Magnum in tutto il mondo, dal 1950 ad oggi, protagoniste della mostra insieme alle emozioni che scatenano.

Emozioni che danzano con i corpi trasfigurati dal ritmo del Carnevale di Rio, palpitano per l'intimità di una donna svelata dal suo riflesso, orbitano nell'universo di satelliti naturali e artificiali, dai corpi esposti alle umanità nascoste, dai marciapiedi di Pechino alle strade dell'ex Unione sovietica, dagli Hotel distrutti a Beirut alle strade popolari di Brooklyn, da Cuba a Varsavia, dalla Cina all’Egitto.

Reminiscenze di colori vitali ed emozioni fuggevoli, da sfogliare nel volume edito da Phaidon, e contemplare attraverso le immagini in mostra con Impossible Reminiscences presso l'ex asilo Il Ciani di Lugano, dal 12 al 19 ottobre 2013.

Una mostra che arricchisce il programma del Festival di Fotografia nella Città di Lugano in parte già segnalato, denso di ospiti, workshop e iniziative, con i fotografi Magnum Antoine d'Agata e Moises Saman, i colori di Franco Fontana e i corpi senza veli di Walo Thönen, insieme aiI Sopravvissuti del progetto Survivors di GMB Akash, e i Reporters Sans Frontières : Des images pour la liberté d’expression di sei fotografi e 26 fotografie che inquadrano guerra, crisi e globalizzazione.

Da tenere ben presente anche il calendario delle conferenze tenute alle ore 20:30, presso l'ex asilo Il Ciani

sabato 12 ottobre: apertura del festival con René Burri (Magnum Photos)
lunedì 14 ottobre: Moises Saman (Magnum Photos)
martedì 15 ottobre: GMB Akash
mercoledì 16 ottobre: Franco Fontana
giovedì 17 ottobre: tavola rotonda sul self publishing con Diego Orlando (photo editor Burn Magazine), Pier Casotti (fotografo, self publisher), Dana de Luca (fotografa, self publisher)
venerdì 18 ottobre: Antoine d'Agata (Magnum Photos)
sabato 19 ottobre: serata di chiusura del festival

Per tutto il resto e ulteriori aggiornamenti, dalle letture del portfolio alla presentazione e l'acquisto di libri, anche autoprodotti, vi rimando alla precedente segnalazione, al sito e le pagine social Facebook e Twitter del Festival della città di Lugano, ad un ora da Milano e un attimo da stimoli, incontri ed esperienze che rischiano di cambiare la vostra percezione, non solo della fotografia.

Foto | Impossible Reminiscences © René Burri / Magnum Photos
Via | LuganoPhotoDays

  • shares
  • Mail