Félix Nadar & Co: il ritratto a 100 anni dalla sua scomparsa

Félix Nadar

Per soddisfare gli appassionati di sguardi visionari, gettare più di uno sguardo sulle evoluzioni del linguaggio fotografico e su quelle del ritratto, dagli scatti dei pionieri ad oggi, ben tre mostre ed un libro edito da Postcart, rendono omaggio al centenario della scomparsa di Félix Nadar, accostando i suoi ritratti a contributi contemporanei.

A Roma il Centre Culturel Saint Louis de France con «Ritratti di prima e di poi» fino al 30 settembre, e la 10b Photography Gallery di Roma con «Lunga vista sul ritratto» fino al 3 ottobre, entrambe a cura di Renata Tartufoli, e dal 13 ottobre all’8 novembre il Museo Marino Marini di Firenze con «Félix Nadar&Co.», a cura di Giorgia Losio, ospiteranno i ritratti di Félix Nadar insieme alle opere di fotografi caratterizzati da stili diversi quanto le loro generazioni.

Fotografi come Frank Horvat, Gabriele Basilico, Bernard Plossu, Jean-Patrick Guéritaud, Pierre Grech, Francesco Zizola, Claudio Corrivetti, Catherine Gfeller, Julia Fullerton-Batten, Agnèes Geoffray, Samantha Appleton, Damien Darchambeau, Aurore Valade, Alexandra Auffret, Chen Man.
Félix Nadar
Félix Nadar Félix Nadar Félix Nadar Félix Nadar

Nella gallery un piccolo assaggio dei ritratti di Sarah Bernhardt, Victor Hugo (che fotografò fin sul letto di morte), Edouard Manet, realizzati da Nadar, provenienti dagli Archivi fotografici nazionali francesi gestiti dalla Médiathèque de l’Architecture et du Patrimoine, e dei contributi degli artisti contemporanei Julia Fullerton-Batten, Aurore Valade, Catherine Gfeller.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: