Sotto la pioggia con Navid Baraty

Rain

Dopo l'ultimo acquazzone, che non ha spazzato via le belle giornate ma instillato nella memoria il ricordo delle piogge torrenziali, possiamo permetterci di contemplarne la bellezza suggestiva e i profumi inebrianti a distanza di sicurezza, ovvero godendone la poetica senza doverne anche vivere gli effetti paralizzanti di una metropoli.

Per farlo torniamo sulla strada, dentro i paesaggi metropolitani bagnati e brulicanti, vividi e pieni di riflessi delle città moderne, e sotto il fragore silenzioso della pioggia fotografata da Navid Baraty, da San Francisco al Giappone, di giorno e di notte, in bianco & nero e a colori. Per aver un buon ricordo fino alla prossima pioggia.

Rain

Ovviamente una volta arrivati nel portfolio del fotografo di stanza a Brooklyn, vi consiglio di fare un bel giretto tra i suoi progetti artistici, dai quali con l'immaginazione si può anche partire per viaggi intorno al mondo.


Se poi anche voi vi sentite più vivi e puliti dopo la pioggia come Tom Waits ...


I like my town with a little drop of poison
nobody knows they're lining up to go insane
I'm all alone I smoke my friends down to the filter
but I feel much cleaner after it rains

she left in the fall that's her picture on the wall
she always had that little drop of poison

did the devil make the world while god was sleeping
you'll never get a wish from a bone
another long goodbye and a hundred sailors
that deep blue sky is my home
she left in the fall that's her picture on the wall
she always had that little drop of poison

well the rat always knows when he's in with weasels
here you loose a little every day
well I remember when a million was a million
they all have ways to make you pay

she left in the fall that's her picture on the wall
she always had that little drop of poison
she left in the fall that's her picture on the wall
she always had that little drop of poison

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: