"Daido Moriyama. Visioni del mondo" & Japan Contemporary: il Giappone a Modena

Daido-Moriyama_Visioni-del-mondo_Hippie-Crime-1970©Daido-Moriyama

Testa sostenuta dal finestrino della metropolitana Tokyo-Kamakura e dal paesaggio che scorre lungo i binari, sguardo celato dalle lenti scure dei Raiban, monocromatismi resi ancora più intensi dal bianco e nero del ritratto, rendono Hippie Crime e il bel tenebroso Naoki Mori, l’icona perfetta per le Visioni del mondo di Daidō Moriyama, protagoniste della prima grande retrospettiva italiana del fotografo giapponese.

La mostra allestita dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena nell’Ex Ospedale Sant’Agostino, fino al 14 novembre 2010, raccoglie oltre 450 frammenti di "quell'esperienza parziale e permanente" della realtà che questo fotografo on the road, libero da limiti e convenzioni, ha immortalato per anni in un numero impressionante di scatti.

Scatti randagi e ‘dannati’, volutamente graffiati o sfocati, sovraesposti o sgranati, come lo sguardo di Stray Dog scattato a Misawa nel 1971 e battuto all’asta della newyorkese Christie’s per 10/15 mila dollari nell’aprile scorso, o le 37 stampe di Farewell Photography pubblicate nel ‘68 da Provoke, la rivista innovativa e trasgressiva portavoce del malessere giovanile dell’epoca e in aperta contestazione con l’ipocrisia del sistema sociale e politico.

Daido Moriyama. Visioni del mondo
Daido Moriyama. Visioni del mondo Daido Moriyama. Visioni del mondo Daido Moriyama. Visioni del mondo Daido Moriyama. Visioni del mondo

La mostra a cura di Filippo Maggia, proposta nell’ambito del progetto Fondazione Fotografia, e inserita nell’ambito del festivalfilosofia dedicato alla ‘fortuna’, della quale Moriyama fornisce una personale interpretazione con 32 immagini, è anche arricchita dalle 448 pagine del volume omonimo edito da Skira, che affianca a molte delle opere in mostra, anche un’intervista a cura di Filippo Maggia (della quale potete leggere un estratto on line), un testo critico di Akira Hasegawa e una biografia approfondita redatta da Francesca Lazzarini.

Daido Moriyama. Visioni del mondo Daido Moriyama. Visioni del mondo Daido Moriyama. Visioni del mondo Daido Moriyama. Visioni del mondo

Per rendere lo sguardo modenese sul Giappone e sulla fotografia contemporanea ancora più ricco, soprattutto se avete perso Nippon Kōbō al Forma di Milano, contemporaneamente a Daido Moriyama - Visioni del Mondo il Fotomuseo Giuseppe Panini ospiterà con Japan Contemporary fotografie e video di Nobuyoshi Araki, Maiko Haruki, Ryuji Miyamoto, Daido Moriyama, Hiroshi Sugimoto, Risaku Suzuki e Miwa Yanagi.

Daido Moriyama. Visioni del mondo Daido Moriyama. Visioni del mondo Daido Moriyama. Visioni del mondo Daido Moriyama. Visioni del mondo

Nella gallery:

01.
Daido Moriyama
Tokyo, 1978
fotografia b/n, courtesy l’artista

02.
Daido Moriyama
On the Bed I, Tokyo, 1969
fotografia b/n, courtesy l’artista

03.
Daido Moriyama
Silent Theater, 1965
fotografia b/n, courtesy l’artista

04.
Daido Moriyama
Shonan, 1967
fotografia b/n, courtesy l’artista

05.
Daido Moriyama
Hippie Crime, 1969
fotografia b/n, courtesy l’artista

06.
Daido Moriyama
Hippie Crime, 1970
fotografia b/n, courtesy l’artista

07.
Daido Moriyama
Shinjuku, 2002
fotografia b/n, courtesy l’artista

08.
Daido Moriyama
Nippontheater, 1968
fotografia b/n, courtesy l’artista

09.
Daido Moriyama
After School, Ishikawa, Japan, 1971
fotografia b/n, courtesy l’artista

10.
Daido Moriyama
Tokyo, 1969
fotografia b/n, courtesy l’artista

11.
Daido Moriyama
Highway, Shizuoka, Japan, 1969
fotografia b/n, courtesy l’artista

12.
Daido Moriyama
Daido. Hysteric N.6, 1994
fotografia b/n, courtesy l’artista

  • shares
  • Mail