NIPPON Lugano: Ineffabile Perfezione. La fotografia del Giappone. 1860-1910

Ineffabile perfezione. La fotografia del Giappone. 1860-1910

Se le ragioni per invidiare la Svizzera sono tante, oltre a quelle sapientemente e ironicamente visualizzate dalla Switzerland vs the World edita da Riverboom, annovero la prossima stagione espositiva dedicata al Sol Levante.

Geishe e samurai, l’arte dell’amore e quella della guerra, rituali e tradizioni, dal 23 ottobre al 27 febbraio 2011 animeranno Lugano con la rassegna NIPPON. Tra mito e realtà: arte e cultura nel Paese del Sol levante, insieme a mostre, spettacoli live e corsi pratici per esplorare segreti e misteri di questa cultura millenaria capace di sedurre linguaggi e pratiche moderne, insieme alle arti marziali e quelle della vestizione, quella dell’origami e del bonsai…

Un lungo viaggio che parte da lontano, dipinge il tempo e lo spazio attraverso le vicende del movimento artistico Gutai al Museo Cantonale d’Arte e nel Parco di Villa Ciani, sfiora Arte ed Eros del periodo Edo con le "immagini della primavera" Shunga (春画) al Museo delle Culture, Heleneum, ed esplora la storia iconografica del Giappone di ieri e di oggi attraverso due mostre fotografiche decisamente interessanti.

Ineffabile perfezione. La fotografia del Giappone. 1860-1910
Ineffabile perfezione. La fotografia del Giappone. 1860-1910 Ineffabile perfezione. La fotografia del Giappone. 1860-1910 Ineffabile perfezione. La fotografia del Giappone. 1860-1910 Ineffabile perfezione. La fotografia del Giappone. 1860-1910

Ineffabile perfezione. La fotografia del Giappone. 1860-1910 a Villa Ciani e Araki Love and Death al Museo d’Arte, due mostre agli antipodi, che mettono a fuoco la visione di un paese e di una cultura controversa, che mixa sapientemente antico e moderno, millenario e contemporaneo.

Prima ancora di giungere però a dare uno sguardo all’iconografia contemporanea e alla mostra di Nobuyoshi Araki, questa gallery fornisce un assaggio delle 200 stampe in mostra a Villa Ciani, provenienti da una delle più grandi raccolte di fotografi della seconda metà dell’Ottocento.

Ineffabile perfezione. La fotografia del Giappone. 1860-1910 Ineffabile perfezione. La fotografia del Giappone. 1860-1910 Ineffabile perfezione. La fotografia del Giappone. 1860-1910 Ineffabile perfezione. La fotografia del Giappone. 1860-1910

Parliamo perlopiù di colorate stampe all’albumina acquerellate a mano, che svelano la natura “educata” dalla cultura, il profondo legame della fotografia giapponese con le stampe del ukiyo-e, un gusto evidente per l’esotismo come per le numerose espressioni della femminilità, da quella casalinga a quella di piacere … insomma di una 'ghiottoneria' per palati sedotti da filosofie e culture orientali, quanto da setosi kimono e ciabattine infradito.

Ineffabile perfezione. La fotografia del Giappone. 1860-1910 Ineffabile perfezione. La fotografia del Giappone. 1860-1910 Ineffabile perfezione. La fotografia del Giappone. 1860-1910 Ineffabile perfezione. La fotografia del Giappone. 1860-1910

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: