Il time lapse di Emily Helck, un anno di cure per sconfiggere un tumore al seno

Emily Helck documenta il suo anno di terapie contro il tumore al seno con un toccante time lapse


Il potere della fotografia è immenso. Una foto può essere usata per raccontare, per guarire, per rinascere, per capire meglio, per esorcizzare la paura, per conoscersi, per mettere una cornice alla nostra vita. Emily Helck è una delle tante (troppe) ragazze giovani che ogni anno devono fare i conti con una diagnosi di cancro al seno, lei ha deciso di affrontare la malattia guardandola in faccia ed ha realizzato un time lapse del suo lungo anno di cure.

Emily Helck è una giovane donna come tante di noi che si dovuta scontrare con un tumore al seno, ha fatto tutte le cure del caso, chemioterapia e interventi chirurgici per tornare alla vita. Ha deciso, sin da subito, di documentare questa fase della sua vita, nel video possiamo vedere i cambiamenti del suo corpo, dei suoi capelli, del suo umore, ma anche la sua allegria, la voglia di affrontare questa battaglia e di vivere.

La fotografia in questo caso è messa al servizio di qualcosa di molto più importante, ma d’altronde la fotografia in primo luogo serve a fermare dei momenti, a raccontare, e questo time lapse racconta molto di più di tante fotografie perfette e impeccabili che ogni giorno vediamo qui su Clickblog.

Ecco cosa ha detto Emily Helck in merito a questo video:

“At first it had to do with documenting the hair saga. But it wound up becoming about something else, too. The photos became hash marks scratched on the wall, marking time spent inhabiting the world of this disease. Every time I set up the tripod was another week down. Or was it another week lost? A big part of the power that this disease has is that it makes people afraid. For me, the unknown is almost always worse than the reality. I hope can shine a light on a little bit of that unknown”.

Alla fine dice che una grande parte del potere che ha questa malattia è il fatto che incute molta paura nelle persone, ed è vero, non si può quasi nominare che quasi tutti cambiano argomento frettolosamente. Per Emily l'ignoto è quasi sempre peggiore della realtà e spera che questo video possa fare un po’ di luce su questo argomento.

Fonte | petapixel

  • shares
  • Mail