Polaroid: colorate a mano e in formato gigante con Julian Schnabel

Polaroids- Beyond Infinity and Grandview

Il fascino intramontabile delle istantanee Polaroid, della superficie che si impressiona lentamente sotto lo sguardo, questa volta in grande formato, colorate a mano ed in parte inedite, si rinnova con le Polaroids di Julian Schnabel, tra luoghi familiari e abbracci intimi con colleghi e amici.

Un viaggio suggestivo negli studi del pittore e fuori dal set del regista (Basquiat, Prima che sia notte, Lo scafandro e la farfalla, Miral), con Lou Reed e Mickey Rourke, Takashi Muratami e Christopher Walken, l'appena scomparso Dennis Hopper e l’amato cane, tra self volutamente sfocati e ritratti quasi spettrali, come quello di Plácido Domingo nei panni di Simon Boccanegra.

Polaroid gigantesche che si spingono in una dimensione lontana dalle coordinate spazio-temporali più convenzionali, anche se sono state realizzate in pieno giorno con una vecchia e ingombrante macchina fotografica fatta a mano, nello studio newyorkese di Palazzo Chupi, progettato e decorato dall’artista stesso. Nel video a seguire.

Polaroids

Immagini delle quali potete avere un assaggio in questa gallery (Julian Schnabel / Courtesy Bernheimer Fine Art Photography, 20 x 24 ins Polaroid Camera), raccolte in una edizione Prestel tutta da sfogliare, ed in mostra ancora per qualche giorno con Polaroids: Beyond Infinity and Grandview alla galleria Colnaghi di Londra.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: