I diorama inquietanti di Lori Nix

The City

Un centro commerciale devastato, dove la natura ha preso il sopravvento sulle macerie e il mondo in vendita, una chiesa per il culto della segnaletica abbandonata, la trasposizione apocalittica de 'Il bar sotto il mare' di Stefano Benni, una ‘my beautiful laundrette’ che non lava più giorno e notte .. in una parola “The City”.

Orizzonti inquietanti sotto tanti punti di vista, perfettamente plausibili per un’epoca preparata al peggio, quasi naturali per un’artista come Lori Nix cresciuta nel Kansas tra bufere di neve, alluvioni, trombe d'aria, e disastri quotidiani, tanto spaventosi quanto emozionanti agli occhi di un bambino.

Da anni le tragedie del quotidiano che scatenano fantasia e immaginazione sono fonte di ispirazione per i diorama costruiti minuziosamente e fotografati da Lori Nix, dall’invasione delle cavallette ai galeoni persi negli abissi, dai luoghi e le storie innaturali alla città, in mostra alla ClampArt fino al 18 Dicembre, e alla Catherine Edelman Gallery di Chicago, dal 7 gennaio al 26 febbraio 2011.

The City
The City The City The City The City

The City The City The City The City

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: