Collodio Umido con Las Chicas de Talbot ad Antropomorpha Fotografia

Mostra fotografica e workshop interamente dedicati all'antica tecnica del collodio umido.

Collodio Umido | Las Chicas de Talbot | Antropomorpha Fotografia

Alla base dell'esposizione che sarà inaugurata alle 18:30 di oggi, 23 novembre 2013, presso la sede di Antropomorha Fotografia di Roma, ci sono le interessanti esperienze tecniche del collettivo spagnolo Las Chicas de Talbot. un insieme di professionisti che hanno ripreso il processo fotografico scoperto nel 1851 da Frederick Scott Archer, realizzato con il banco ottico e caratterizzata da un grande potere di definizione, grazie all’uso del vetro come supporto; riportandolo in auge e facendolo rivivere in nuove forme.

Elementi sperimentati a lungo (dal 2009) all'interno dello spazio di ricerca di arti plastiche del Taller Milans, nel quartiere gotico di Barcellona, dal Collettivo Las Chicas de Talbot che porta nella città eterna le coordinate per intraprendere un viaggio alla scoperta di quest'antica ed affascinante tecnica risalente alla metà del XIX° secolo, alternando lastre corrette ad altre frutto di imprevedibili e strani risultati della tecnica, fondendo precisione ed imprevedibilità dai risvolti artisticamente interessanti.

Collodio Umido con Las Chicas de Talbot: il workshop


Collodio Umido | Las Chicas de Talbot | Antropomorpha Fotografia

E nella giornata di domani, domenica 24 novembre 2013, i membri del medesimo collettivo terranno un workshop sul Collodio Umido per trasmettere il percorso storico che ha portato alla scoperta di questa antica tecnica fotografica, ma anche l’uso pratico dei chimici e degli strumenti, con l’obiettivo finale di esporre e rifinire una lastra.

L'obiettivo de Las Chicas de Talbot trova espressione del desiderio di condividere e far conoscere il collodio umido e di diffondere quella "magia naturale" del "momento fotografico" che Talbot descriveva nel 1839 e che oggi sembra talvolta perduta.
"La più transitoria delle cose, l'ombra, proverbiale emblema di tutto ciò che è fugace e momentaneo, può essere incatenata dagli incantesimi della nostra "magia naturale" e può essere fissata per sempre nella posizione che sembrava essere destinata ad occupare per un solo istante. Tale è il fatto, che noi possiamo raccogliere su carta la fugace ombra, arrestarla lì e nello spazio di un singolo minuto fissarla così fermamente da non esser più capace di cambiare." (Henry Fox Talbot)

Antropomorpha Fotografia a Roma, Via Castruccio Castracane 28a
Vernissage 23 Novembre 2013 ore 18:30.

Via | antropomorpha.it

  • shares
  • Mail