I fantasmi della Seconda Guerra Mondiale di Sergey Larenkov a Parigi

0006reph_Paris©Sergey_Larenkov

Ancora guerra e immagini per raccontarla e scongiurarla. Una guerra di ieri che ricompare come un fantasma nelle città di oggi, per ricordarci come potrebbe cambiarle, per fortuna in questo caso solo grazie alle suggestive ibridazioni fotografiche di Sergey Larenkov, che sovrappongono alla città di oggi gli stessi scorci d’epoca in bianco e nero.

Tutti i giorni calpestiamo strade 'piene di storie di guerra' senza esserne consapevoli, per questo il pilota navale russo, con una gran passione per la fotografia e i viaggi nel tempo, ha continuato a raccontare gli orrori della Seconda Guerra Mondiale, con i suoi cortocircuiti temporali capaci di trasfigurare città come Leningrado, e Berlino, Praga o Vienna.

Durante la mostra francese dei suoi lavori organizzata dalla Rossiyskaya Gazeta, Sergey Larenkov ne ha approfittato per estendere le sue sperimentazioni fotografiche anche alla Francia, dall’occupazione alla liberazione finale, e chissà forse il prossimo viaggio lo potrebbe portare ad attraversare le Alpi, fino a marciare su Roma (la città dove vivo), e se non servirà a scongiurare un'altra guerra o guerriglia, l'importante è che ci abbia provato.

Di seguito anche gli approcci della stessa sperimentazione al linguaggio del videoclip, dove i luoghi trasformandosi sotto lo sguardo beneficiano di un’ulteriore suggestione percettiva.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: